Camminando ancora... nel centro
PDF Stampa E-mail

In Vicolo Vezzacchi, a ridosso della chiesa di Santa Maria Maggiore, è identificato il quartiere ebraico della città. La presenza ebraica in città è attestata già nel XV secolo da numerosi documenti e ricordata nelle prescrizioni, riportate negli Statuti della città, cui gli israeliti dovevano attenersi. L'antica sinagoga era posizionata laddove oggi si trova il Palazzo Stampa. È accertato anche l'acquisto di un terreno, in contrada “Torre deli paczi”, in cui la comunità ebraica edificò il proprio cimitero. Le ultime, sporadiche presenze ebraiche risalgono alla metà dell'800.

In Via Roma, non distante da Porta San Pietro, si innalza la piccola chiesa della Madonna di Loreto, il luogo dove la tradizione vuole si sia verificato la sottrazione dell'ostia poi tramutatasi in carne (il miracolo dell'Ostia Incarnata). A lungo nel degrado, è stata ristrutturata nel 1991.

Nei pressi di Porta San Pietro si trova la piccola chiesa della Trinità, risalente al XIV-XV secolo. Al suo interno affreschi bizantineggianti, molto rovinati.

Di fronte a Porta San Pietro si eleva il monumento ai Caduti: progettato dall'architetto Angelo Biscarini nel 1924, venne inaugurato alla presenza di SAR Ferdinando di Savoia, duca d'Udine.

In Via San Giovanni, quasi nascosta, si trova la chiesa di San Giovanni, già esistente nel 1137 e affiancata nel corso del XVI secolo da un ospedale, oggi scomparso. Attualmente, è usata per le celebrazioni della comunità ortodossa.

Quasi celata tra le case, sorge, nell'omonima via, la chiesa di San Gennaro, risalente al XII secolo e sensibilmente trasformata nel corso del XVII secolo.

Sulla piccola piazzetta tra Via Rodilossi e Corso Cavour si affaccia la chiesa di San Lorenzo, già esistente nel XIV secolo. Al suo interno, un pregevole dipinto raffigurante la Madonna della Quercia (XV secolo).

Nei pressi della Porta Maggiore, nel quartiere delle Piagge, si trova la chiesa di Santa Lucia, già esistente nel XIV secolo. Un tempo dedicata a San Simeone, ha avuto l'attuale denominazione nel '600. L'elemento artistico più prezioso è una Madonna lignea del '400.

In Piazza Sant'Anna è situata la dimessa chiesa di San Michele Arcangelo, un tempo facente parte del complesso ospedaliero  del Santo Spirito. È costituita da un modesto campanile a vela e un'unica navata, irregolare. All'interno affreschi devozionali, in cattivo stato di conservazione; nell'ambiente ipogeo usato oggi come sacrestia resti di un pregevole martirio di San Lorenzo (XIV secolo).

Nella prima foto: la facciata della Chiesa di San Michele Arcangelo

Nella seconda foto: una formella in pietra di Vicolo Vezzacchi, simbolo di una famiglia ebraica

Nella terza foto: il prospetto della chiesa di Santa Lucia 

 

 

 

 

 

 

 

 
 
 

Visite nei dintorni

Curiosita'

famosi

Pubblicazioni recenti

  • Modelle e modelli ciociari a Roma, Parigi e Londra nel 1800-1900

    Modelle  e  modelli  ciociari  a  Roma,  Parigi  e  Londra  nel 1800-1900Frutto di lunghe ricerche, il professor Michele Santulli ridà nomi ai volti e volti (e corpi) ai nomi di tanti modelli e modelle ciociari che lavorarono al servizio di artisti quali Rodin, Picasso, V..... Leggi tutto
  • Il Sacro Mantello di San Francesco d'Assisi in Alatri

    Il  Sacro  Mantello  di  San  Francesco  d'Assisi  in  AlatriPartendo dalla ricostruzione della presenza storica del francescanesimo nel territorio alatrense, il professor Ritarossi ripercorre la vicenda del mantello che la tradizione popolare attribuisce al Sa..... Leggi tutto
  • Storia della confraternita di Portadini

    Storia  della  confraternita  di  PortadiniPassando dal pennello alla penna, l'artista Gino Maiello restituisce al pubblico la storia della venerabile confraternita della Madonna della Resurrezione, venerata nella chiesa di Portadini. Sottratt..... Leggi tutto
  • Storia della confraternita di S.Matteo

    Storia  della  confraternita  di  S.MatteoCarte ingiallite dal tempo, vecchi documenti quasi illeggibili, pagine consunte dalla polvere: è partendo da questa enorme “miniera” di documenti, quasi del tutto dimenticata, che Enzo Rossi e Lu..... Leggi tutto
  • Lo stemma della citta' di Alatri

    Lo  stemma  della  citta'  di  Alatri Frutto di una lunga e minuziosa ricerca d'archivio, l'autore ripercorre in questo pregevole ed agile testo l'evoluzione storica dello stemma di Alatri, introducendoci al significato dello stesso e de..... Leggi tutto
  • "Delle mura ciclopee ed origine di Alatri"

    È la dissertazione scritta nel 1862 da Salvatore Brocchetti, socio dell'Accademia Ernica, con la quale l'autore sostiene la tesi dell'origine cananea di Alatri: un'ipotesi che introdusse un nuovo ele..... Leggi tutto
  • Atti del IV seminario sulle mura poligonali

    Atti  del  IV  seminario  sulle  mura  poligonaliIl quarto seminario internazionali di studi sulle mura poligonali si è svolto ad Alatri nell'ottobre del 2009: a tre anni di distanza, il Comune di Alatri ne pubblica gli atti, che proseguono ed arri..... Leggi tutto
  • Eclaircissemens demandés...

    Eclaircissemens  demandés...Il primo volumetto della nuova collana dei “Quaderni” del Centro Studi sull'Opera Poligonale sono i “chiarimenti” che lo studioso Petit-Radel fornisce all'Istituto Nazionale di Francia sulle s..... Leggi tutto
  • Latium vetus et adiectum

    Latium  vetus  et  adiectumMettere insieme le principali informazioni lasciateci dalle fonti antiche con i risultati delle ricerche più recenti e corredare la pubblicazione con un imponente apparato fotografico. Il frutto di q..... Leggi tutto
  • Cenni storici popolari sulla chiesa di S.Matteo

    Cenni  storici  popolari  sulla  chiesa  di  S.MatteoSi tratta di un piccolo testo che ripropone i cenni storici popolari sulla chiesa di San Matteo ed editi da don Antonino De Cesaris nel lontano 1931. Questa pubblicazione appare a conclusione dei lavo..... Leggi tutto
  • La scoperta dell'idolo dei Templari

    La  scoperta  dell'idolo  dei  TemplariFrutto di un lungo lavoro e di una ricerca sistematica, che porta fino a testimonianze storiche in Palestina, con quest'opera Gianfranco Manchìa, già direttore del museo civico locale, scrive un'imp..... Leggi tutto
  • Il settimo Papa

    Il settimo PapaPochi conoscono la figura di San Sisto I, settimo papa della Chiesa quando a Roma imperava Adriano. Quest'opera di don Giuseppe Capone, riedita da Filippo Strambi a molti anni di distanza, contribuisc..... Leggi tutto
  • L'ostia incarnata un miracolo medievale

    L'ostia incarnata un miracolo medievalePatrizio Minnucci si cimenta in quest'opera con un argomento delicato e spinoso: il miracolo dell'ostia tramutatasi in carne nel 1228. Vero prodigio eucaristico oppure un'abile messinscena? L'autore n..... Leggi tutto
  • Egnazio Danti, un'anima rinascimentale

    Egnazio Danti, un'anima rinascimentaleIl professor Gianni Boezi, giovane studioso della Storia locale, presenta in questo agile testo la figura più notevole del XVI secolo alatrense: il vescovo Egnazio Danti, uomo di scienza e di fede, g..... Leggi tutto
  • La Madonna di Costantinopoli

    La Madonna di CostantinopoliUna delle opere più affascinanti conservate ad Alatri è la Madonna di Costantinopoli, nella chiesa di Santa Maria Maggiore. Il suo sguardo ieratico e solenne, ripetuto anche nel volto di Gesù Bambi..... Leggi tutto
  • Vocalismo del dialetto d'Alatri

    Vocalismo del dialetto d'AlatriIl noto glottologo Luigi Ceci, nativo di Alatri, è l'autore di questo piccolo testo che illustra agli addetti del settore, ma anche ai curiosi, le particolarità del vocalismo del dialetto alatrense...... Leggi tutto
  • Hernica Mater

    Hernica MaterUn piccolo volume ma dai grandi contenuti. Con una presentazione agile ma senza sottrarsi al rigore scientifico, don Giuseppe Capone ripercorre tutte le vicende, i fatti ed i personaggi che hanno reso..... Leggi tutto
  • La Progenie Hetea

    La Progenie Hetea È lo studio scientifico che ha aperto una nuova “frontiera” per comprendere le origini di Alatri e del suo monumento principe, l'Acropoli pelasgica. L'autore, don Giuseppe Capone, individua nel..... Leggi tutto
  • Gli Ernici

    Gli ErniciChi erano gli Ernici? Quali le loro vicende, prima di essere assoggettati al potere di Roma? Quali sono e come riconoscerle, le poche tracce che ci hanno lasciato. A queste e ad altre domande risponde..... Leggi tutto
  • Alatri, breve excursus su mito e storia

    Alatri, breve excursus su mito e storiaÈ l'agile sunto de “La Progenie Hetea”, nel quale sono sinteticamente esposti i risultati raggiunti da don Giuseppe Capone con le sue ricerche archeo-astronomiche, che individuano in popolazioni ..... Leggi tutto